Sabato 21 Luglio 2018 | 02:26

EX AMCM, IN ATTESA DEL CANTIERE IL DEGRADO DILAGA

In attesa di trasformarsi nel parco della creatività, l'area dell'ex Amcm è ancora per buona parte una discarica a cielo aperto, terra di degrado e luogo di bivacco


Scarpe gettate, usate o pronte ad essere riusate, porzioni tetto di vecchie tettoie e pensiline di cemento amianto sgretolati e all'aria aperta, rifiuti, scarti edili e a tratti anche umani. Buona parte dell'area ex amcm, il futuro parco della creatività, si presenta in molte delle sue parti non ancora oggetto di ristrutturazione, ancora così. Pericolosa, degradata, impenetrabile ai più. In molte parti vera e propria discarica a cielo aperto, a due passi dal centro. La ristrutturazione e l'apertura dell'ex aem l'unico edificio del complesso oggetto di una radicale ristrutturazione non ha contribuito a migliorare ciò che gli sta intorno. Gli altri immobili che dovranno essere oggetto di intervento nell'ambito del progetto Parco della creatività, sono ancora in condizioni di degrado evidente, oggetto di avventori notturni, spacciatori, tossicodipendenti che qui trovano rifugio e giacigli notturni di fortuna. Un problema che si ripropone di anno in anno, insieme a sgomberi e pulizia che dopo qualche mese tornano a lasciare spazio alla medesima condizione di degrado che cozza con le immagini futuristiche che da anni vengono presentate con le slide sulla riqualificazione dell'area. Che era ed ora rimane ex industriale dove anche il terreno che conteneva vecchie cisterne di carburante e che dovrà essere bonificato porta con sé, come il cemento amianto ancora visibile sui tetti, tracce di un passato che in molti auspicano possa essere presto cancellato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche