Lunedì 05 Dicembre 2016 | 09:24

MULTE SUI BUS: POSIZIONI OPPOSTE DI GENITORI E SETA

Aumentano le proteste di genitori e studenti per gli autobus di Seta troppo affollati nelle ore di punta. Per l’azienda però non si tratta di sovraffollamento


Nuova tempesta su Seta. Dopo gli scioperi e le proteste dei lavoratori, ora tocca ai genitori degli studenti che ogni giorno utilizzano il servizio pubblico per recarsi a scuola. A scatenare l’insoddisfazione delle famiglie sono state le multe fatte ai giovani per non aver timbrato il documento, singolo biglietto o abbonamento mensile, sulle macchine obliteratrici. Sanzioni giunte anche su autobus particolarmente affollati dove spostarsi risultava difficoltoso, facendo emergere anche un problema di sicurezza per i viaggiatori. Tra genitori e Seta però sembra essersi alzato un muro, da una parte c’è chi accusa i controllori di voler far cassa, dall'altra l’azienda che respinge la critica. Le famiglie si chiedono come mai non si possa applicare una misura più elastica, tipo nei casi di bus sovraffollati, per chi non riesce ad obliterare l’abbonamento pur avendolo acquistato. Seta invece risponde che i passeggeri dovrebbero seguire le indicazioni, riportate ampiamente sui mezzi, sui biglietti e sulle tessere. Sull'affollamento degli autobus invece i genitori hanno chiesto lumi sulla capienza massima delle corriere. Gli ispettori hanno ammesso il grande afflusso nelle ore di punta, andata e ritorno dagli Istituti scolastici, ma respingendo l’accusa di sovraffollamento. Per gli studenti invece ci vorrebbero più corse e più macchine obliteratrici, per evitare viaggi infernali e sgradite multe.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche