Sabato 03 Dicembre 2016 | 07:47

NIENTE STEPCHILD ADOPTION, L’ARCIGAY INSORGE

Unioni civili: accordo tra Partito Democratico e Nuovo Centro Destra. Stasera il voto, legge senza Stepchild Adoption e l'obbligo di fedeltà


Niente stepchild adoption nel Ddl Cirinnà. E il mondo Lgbt insorge, pronto a scendere in piazza il prossimo 5 marzo. Partiranno pullman anche da Modena per protestare contro il maxi-emendamento che cancella dal disegno di legge sulle Unioni Civili la possibilità di adottare il figlio del compagno. Una modifica figlia di un compromesso interno alla maggioranza di Governo: caldeggiata da tempo dal Nuovo Centrodestra e a cui il premier Renzi ha acconsentito per non mettere a rischio l’approvazione dell’intero provvedimento. Di tutt'altro avviso il mondo clericale, con anche il vescovo di Modena Erio Castellucci che ribadisce la propria contrarietà alla stepchild adoption. Alle proteste del mondo Lgbt il premier Renzi ha risposto: “Tra il tutto mai e un pezzo oggi è meglio fare subito la legge, altrimenti il rischio è la paralisi”. Ma l’Acrigay non ci sta.

Ai nostri microfoni Alberto Bignardi, Presidente Arcigay Modena e Mons. Erio Castellucci, Vescovo di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche