Giovedì 08 Dicembre 2016 | 08:50

POVERI SOTTILI: ANCHE IERI A MODENA DATI IN DISCESA

Emergenza smog a Modena: dopo il picco di Natale, secondo l’ultimo bollettino dell’Arpa, anche ieri la concentrazione di PM10, sta scendendo


Emergenza ambientale sulla Pianura Padana: dopo giorni pieni di smog, con il preoccupante picco di Natale, finalmente arriva qualche buona notizia per Modena. I dati dimezzati delle polveri sottili, principale causa dell’inquinamento, dopo la domenica ecologica, sono stati confermati in discesa anche dai rilevamenti di ieri e questo grazie soprattutto ai primi avvertimenti del cambio climatico, con l’alta pressione che piano piano sta mollando la presa. I numeri: ieri la concentrazione di PM10, sulla base delle rilevazioni dell’Arpa è scesa da 24 microgrammi per metro cubo a 17 alla stazione di rilevamento di via Giardini e da 25 a 16 in quella del parco Ferrari. Il limite da non superare è quello di 50 microgrammi per metro cubo. In provincia l’unico comune che riguardo le polveri sottili risulta in salita è quello di Fiorano, ma sempre al di sotto dei limiti di legge. Il Piano regionale prevedeva a questo punto una seconda domenica ecologica straordinaria in tutta la regione, fissata per domenica 3 gennaio, ma visti i dati positivi degli ultimi giorni non sarà necessaria. Confermata, invece, la domenica ecologica già programmata per il 10 gennaio. L’allarme della qualità dell’aria comunque resta una priorità anche nel nostro territorio, perché i dati del 2015 sono preoccupanti: a pochi giorni dalla fine dell’anno a Modena si sono superati i limiti ben 55 giorni, dei 35 consentiti. Nel 2014 erano stati invece 36 i giorni di sforamento registrati dalla centralina di via Giardini. Un’inversione di tendenza dunque negli ultimi 24 mesi, perché il trend dal 2006, dove i superamenti erano stati addirittura di 130 giorni, ogni anno mostrava miglioramenti fino ad arrivare ai 51 giorni del 2013. Intanto c’è attesa per la riunione di domani dopo la convocazione del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. Nell’incontro con i presidenti di Regione e i sindaci dei grandi centri urbani, si metterà sul tavolo un’azione di coordinamento degli interventi con l’obiettivo di far fronte comune all'emergenza inquinamento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche