Martedì 06 Dicembre 2016 | 17:02

IMU E TASI: OGGI SCADEVA LA SECONDA RATA

Scadeva oggi il termine per pagare la seconda rata di Imu e Tasi. A Modena circa 100mila contribuenti chiamati in causa


Suona la campanella per i proprietari immobiliari. Oggi era l’ultimo giorno utile per versare la seconda rata di Imu e Tasi, gli odiati tributi sul mattone. A Modena i contribuenti chiamati in causa sono stati circa 100mila. Il quadro è piuttosto complesso. Semplificando si può dire che sull’abitazione principale si paga la Tasi – tassa che serve a finanziare l’illuminazione pubblica o la manutenzione del verde –, mentre in tutti gli altri casi si ha la doppia aliquota: con l’Imu interamente a carico del proprietario e la Tasi per il 90% a gravare sul proprietario e al 10 sull’inquilino. I tributi sugli immobili possono essere pagati in un’unica soluzione oppure in due tranche: in quest’ultimo caso, la scadenza per versare la prima rata era il 16 giugno. Oggi, per tutti, è il momento di saldare. Per fare un esempio, nel Comune di Modena, per l’abitazione principale, la Tasi è fissata al 2,5 per mille: significa che il proprietario di un alloggio valutato sui 200mila euro da lui stesso abitato deve pagare, per l’intero 2015, circa 700 euro. Anche se gravato da mutuo. Sono comunque previste diversi casi di detrazione. Imu e Tasi vanno liquidate usando il modello F24 o l’apposito bollettino di conto corrente postale. Chiuso questo capitolo, già prima della fine dell’anno i contribuenti dovranno metter di nuovo mano al portafogli: il 31 dicembre scade infatti la terza rata della Tari, la tassa sui rifiuti. Per quanto riguarda i tributi sugli immobili dal 2016, peraltro, il quadro è destinato a cambiare: su decisione del Governo, sulle abitazioni principali non si pagherà nulla.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche