Domenica 17 Dicembre 2017 | 01:28

MILANO, UOMO MINACCIA DI BUTTARSI DAL TRIBUNALE

Minaccia di gettarsi nel vuoto dall’impalcatura del Tribunale di Milano, poi dopo tre ore di trattative desiste e rientra nell’edificio. E’ la protesta di un uomo di 30 anni contro la giustizia in una lotta aperta ormai da 12 anni


“Sono 12 anni che la giustizia se la prende con me e non mi lascia in pace”. Queste le parole pronunciate da un trentenne che quest’oggi si è avventurato sull’impalcatura all’esterno del Tribunale di Milano, in via Freguglia, minacciando di farla finita e gettarsi nel vuoto. E’ stato un pomeriggio intenso, tre ore di colloqui e trattative prima con vigili del fuoco, subito intervenuti sul posto, poi con una psicologa ed un carabiniere prima dell’intervento dell’ex pm Gherardo Colombo, con cui l’uomo aveva chiesto di poter parlare. Non è dato sapere, al momento, se sull’autore di questo gesto siano in corso indagini o processi, ma ciò che è certo è che si è avventurato ad un’altezza di quindici metri con uno zaino in spalla ed una felpa con cappuccio utilizzata per proteggersi dal freddo. Da lì le minacce di farla finita, poi dopo una lunga serie di colloqui il lieto fine, con il ritorno all’interno dell’edificio da una finestra.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche