Martedì 19 Giugno 2018 | 08:48

MATTARELLA A REGGIO PER LA FESTA DEL TRICOLORE

Città blindata: il Presidente della Repubblica a maggio potrebbe tornare in Emilia per fare visita alla Bassa modenese nel quinto anniversario del terremoto


Sono le 10.30 in punto quando il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, fa il suo ingresso in una piazza Prampolini avvolta da un’aria gelida. Reggio Emilia è blindata per l’arrivo del Capo dello Stato: si celebra la Festa del Tricolore, la bandiera italiana nata qui 220 anni fa, ai tempi della Repubblica Cispadana. Il rosso per la passione e il sangue dei martiri, il bianco per la fede alle idee che anime i saggi, il verde per la speranza che si rigenera nella natura. Per le vie di Reggio sfila un drappo lungo 1797 metri: scelta simbolica per richiamare l’anno di nascita della bandiera.

La cerimonia si sposta poi al Teatro Valli, dove il Presidente è accolto dall’inno nazionale cantato dai bambini delle scuole. Mattarella prende la parole per ultimo, dopo il sindaco e il presidente della Provincia di Reggio, il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e lo storico Ernesto Galli della Loggia. Il Capo dello Stato se ne va salutato dagli applausi del teatro. A maggio potrebbe tornare in Emilia per fare visita alla Bassa modenese nel quinto anniversario del terremoto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche