Venerdì 14 Dicembre 2018 | 23:53

GOVERNO, MOZIONE DI SFIDUCIA PER MINISTRO POLETTI

Sono state ritenute inaccettabili alcune dichiarazioni in tema di lavoro del ministro interessato Giuliano Poletti. Così questa mattina alcuni partiti hanno presentato una mozione di sfiducia in Senato e parallelamente la Lega Nord ha annunciato un esposto in Procura per far chiarezza su fondi destinati al figlio del ministro, Manuel Poletti


È di questa mattina la mozione di sfiducia presentata in Senato nei confronti del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, firmata dai senatori di Sinistra italiana, del Movimento Cinque Stelle, della Lega e di alcuni senatori del Gruppo Misto. La miccia è scattata qualche giorno fa quando il ministro ha fatto riferimento ai tanti giovani italiani costretti ad andare all’estero. Nel comunicato diffuso dall’ufficio stampa di Sinistra italiana si legge che la mozione parte dal comportamento e dal linguaggio del ministro nelle ultime settimane, ritenuti inaccettabili. Oltre alle affermazioni sui giovani all'estero, altre espressioni di Poletti sul tema del lavoro andrebbero a compromettere, secondo i partiti che hanno preso questa posizione, la libertà di voto dei cittadini, soprattutto quando ha parlato di possibilità di evitare il referendum sul Jobs Act andando alle elezioni. Inoltre, dopo la notizia del mezzo milione di euro di contributi pubblici ricevuti da Manuel Poletti, figlio del ministro, la Lega Nord, ha annunciato un esposto in Procura e alla Guardia di Finanza per verificare la regolarità dei contributi all'editoria a lui concessi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche