Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 11:29

CAMPANIA, 2 QUADRI DI VAN GOGH A CASA DI UN CAMORRISTA

La casa di un camorrista nel napoletano si è rivelata piena di scoperte durante un'operazione delle forze dell'ordine. Sono stati infatti scoperti due dipinti di Van Gogh dal valore di 100 milioni di dollari che erano stati rubati dal Museo di Amsterdam nel 2002


Un’operazione della Guardia di Finanza nella casa di un camorrista a Castellammare di Stabia (vicino a Napoli) ha portato alla considerevole scoperta di due capolavori di Van Gogh del valore di 100 milioni di euro, che erano stati rubati 14 anni fa dal museo di Amsterdam. Si tratta de “La spiaggia di Scheveningen durante un temporale”, dell’agosto 1882, e di “Una congregazione lascia la chiesa riformata di Nuenen” del 1884. Il primo è l’unico quadro del Van Gogh Museum risalente al periodo in cui il pittore visse a L’Aia, nei Paesi Bassi. La particolarità dell’opera sta nel fatto che Van Gogh la realizzò all’aperto sul litorale della località, e mentre dipingeva il vento portò e lasciò sulla tela anche dei granelli di sabbia. Il secondo quadro invece rappresenta la chiesa di Brabant, vicino a Nuenen, dove il padre di van Gogh era sacerdote: fu dipinto proprio per i genitori.

Le opere d’arte sono emerse durante un sequestro patrimoniale nei confronti di un'associazione camorristica dedita al traffico internazionale di cocaina e, secondo gli esperti, sono dipinti autentici. Si tratterebbe proprio dei due quadri rubati nel 2002 e conseguentemente acquistati dal clan, mentre gli autori del furto erano finiti in manette già nel 2003.

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche