Sabato 10 Dicembre 2016 | 09:52

ISTAT: INTERROTTA FASE DI CRESCITA. PIL ANCORA DEBOLE

L'Istituto nazionale di statistica ha comunicato che nel II trimestre 2016 l'economia italiana ha ufficialmente interrotto la sua fase di crescita. Inevitabili le ripercussioni sull'andamento del PIL


L'economia italiana ha interrotto la fase di crescita condizionata dal lato della domanda, del contributo negativo della componente interna, e dell'offerta della caduta produttiva del settore industriale. È quanto si legge nella nota mensile dell'Istat resa nota oggi. Nota che, a parte i tecnicismi, è molto facile da tradurre: la fase della ripresa per i conti del Belpaese si è fermata. Il secondo trimestre dell'anno segnala infatti come la crescita, già a singhiozzo, questa volta segni zero. E hanno poco significato le percentuali con i decimali positivi degli scorsi mesi, perno del presidente del Consiglio Renzi che aveva dichiarato come “un dato positivo, per quanto piccolo, rappresenti l'inizio della ricrescita”. Il governo contava dunque su queste cifre, sebbene poco significative nel quadro macroeconomico, per auspicare una stagione decisamente più florida. La nota dell'Istituto suggerisce invece uno scenario fosco per i prossimi mesi, e non permette di ipotizzare importanti recuperi della dinamica dei prezzi. Allargando lo sguardo oltre i confini italiani, l'Istat fa infine notare come a livello internazionale prosegua la fase espansiva dell'economia statunitense mentre i Paesi dell'area euro, in generale, mostrino segnali di rallentamento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche