Sabato 10 Dicembre 2016 | 17:34

LIBIA, ARRESTATO IL RECLUTATORE DI JIHADISTI IN ITALIA

E’ stato arrestato in Libia il tunisino Abu Nassim, considerato dalle intelligence internazionali al vertice di una rete per il reclutamento di jihadisti in Italia


Il nome completo è Moez Ben Abdulgader Ben Ahmed Al-Fezzani, meglio noto, più semplicemente, come Abu Nassim. Secondo i Servizi segreti italiani, era un reclutatore di jiahdisti nel nostro Paese. L’uomo, tunisino, è stato arrestato oggi in Libia dalle forze di Zintan, alleate del generale Khalifa Haftar e contrapposte al governo di Tripoli riconosciuto dall'Onu. Nassim fu uno dei responsabili della cellula dell'Isis a Sabratha e, dopo i raid effettuati nella zona lo scorso febbraio dagli Stati Uniti, avrebbe lasciato la città alla volta di Bengasi e Sirte. Considerato tra i terroristi più ricercati in Tunisia, era anche sulla lista nera delle nostre forze dell'ordine. Già nel 2007 una ordinanza del Gip di Milano ne aveva disposto l'arresto. E grazie alla stessa misura, nel 2009, le forze americane lo avevano consegnato ai nostri militari. Processato per associazione a delinquere e associazione con finalità di terrorismo internazionale, Abu Nassim era stato assolto in primo grado ed espulso nel 2012, verdetto poi ribaltato in appello un anno dopo, quando venne condannato a sei anni di carcere. Purtroppo, nel frattempo, il reclutatore di terroristi si era già rifugiato in Tunisia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche