Martedì 06 Dicembre 2016 | 01:47

CONSUMI, ISTAT: FAMIGLIE ITALIANE RISPARMIANO SU CIBO E SALUTE

L'Istat annuncia oggi i dati aggiornati sui consumi delle famiglie italiane, specchio del tenore economico in questa fase ancora incerta della ripresa. Tra le voci che allarmano di più vi sono i risparmi per i generi alimentari e per la salute


Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat la spesa media delle famiglie nel 2015 è salita dello 0,4% rispetto al 2014. Non si tratta però di un positivo, seppur timido, segnale di ripresa. A conti fatti il dato corrisponde ad un aumento di spesa inferiore a 11 euro. Inoltre la famiglia cui si riferiscono i numeri è una famiglia media, che nella realtà non esiste. Per una famiglia normale e tradizionale di quattro persone, sempre secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, la spesa mensile è scesa di più di 31 euro. Oltre metà delle famiglie italiane nel 2015 ha provato a limitare le spese nel comparto alimentare, mentre una su cinque ha cercato di risparmiare anche su quelle sanitarie. Consumi in calo anche per quanto riguarda abbigliamento e calzature e la cura e l'igiene della persona. Sempre secondo i dati Istat è la Calabria la Regione con la spesa media mensile più bassa, mentre Lombardia, Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna sono le regioni con la spesa media mensile più elevata. A commentare i dati, tra i primi, Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef, secondo cui per innescare una vera ripresa, dopo una costante contrazione dei consumi negli anni, è necessario dare una forte scossa all'intero sistema economico, partendo da una ripresa della domanda interna. Su questo – dichiarano – deve riflettere il governo. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche