Sabato 10 Dicembre 2016 | 00:08

DONNE INCINTE MORTE, LORENZIN: NO RESPONSABILITÀ STRUTTURE

Si sono tenuti oggi i funerali di due delle cinque donne che nei giorni scorsi sono tragicamente decedute in stato di gravidanza. Secondo il ministro Lorenzin, non si evincerebbe una responsabilità delle strutture ospedaliere coinvolte


Negli ultimi giorni sono già cinque le donne morte in gravidanza o durante il parto. Oggi si sono tenuti i funerali di Giovanna Lazzari, morta all'ottavo mese insieme alla sua bambina all'ospedale di Brescia e di Angela Nesta, arrivata fino al nono mese, anche lei in attesa di una bambina, e deceduta lo scorso 26 dicembre a Torino. La donna bresciana era già madre di due bambini di un anno e quattro anni e mezzo, aveva perso la madre quando aveva sei anni e il padre quando ne aveva dodici. Era cresciuta così con i fratelli e la sorella che, insieme al marito, ora pretendono di sapere la verità su quanto accaduto. La Procura di Brescia ha cominciato prontamente a indagare per omicidio colposo, ma per il momento a carico di ignoti. Il ministro della Salute Lorenzin ha dichiarato che sui primi dati giunti da Torino non risulterebbero responsabilità dirette dell'Ospedale Sant'Anna. Per verificare i fatti sono stati attivati gli accertamenti della task force del Ministero della Salute negli ospedali coinvolti, ovvero, oltre a Torino, anche Brescia, Bassano del Grappa e San Bonifacio, in provincia di Verona. Lì hanno perso la vita nei giorni scorsi le due puerpere Marta Lazzarin e Anna Massignan, mentre una quinta donna è deceduta in casa a Foggia, sempre al nono mese di gravidanza. In quel caso i medici dell'ospedale hanno potuto solo far nascere la figlia, viva, con un cesareo post-mortem. La task force dovrà accertare se a determinare i decessi abbiano contribuito difetti organizzativi e se siano state rispettate tutte le procedure previste a garanzia della qualità e sicurezza delle cure. Inoltre il ministro verificherà l'efficacia delle linee guida sulle donne in gravidanza.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche