Lunedì 23 Settembre 2019 | 21:52

LUCIANO PAVAROTTI, UN ABBRACCIO SENZA CONFINI

In un Teatro Comunale tutto esaurito, ieri sera Modena ha omaggiato il Maestro Luciano Pavarotti nel 12esimo anniversario della sua scomparsa. Dalla Corale Rossini all’esibizione di Fiorella Mannoia, la serata è stata all’insegna delle grandi emozioni


Sorrisi, abbracci, applausi e lacrime; emozioni a tutto tondo al Teatro Comunale di Modena per la seconda serata di musica organizzata per omaggiare il Maestro Luciano Pavarotti, venuto a mancare 12 anni fa. Neppure la pioggia ha scoraggiato i fan e gli amici che hanno voluto celebrarlo e ricordarlo, entusiasti di prendere parte ad un evento che li ha fatti sorridere, commuovere ed emozionare. Ad accoglierli un maxi schermo con la scritta ‘Luciano, un abbraccio senza confini’. Ed è stata proprio una serata senza confini emotivi:  le emozioni hanno preso il sopravvento quando la cantante Fiorella Mannoia è salita sul palco per rivivere l’esibizione che nel 2001 la vide protagonista con Big Luciano al Parco Novi Sad  in una  memorabile versione di Caruso. Big Luciano durante la sua carriera era riuscito ad abbattere le barriere  della musica cimentandosi in duetti lirico-pop, coinvolgendo  un vasto pubblico di spettatori. Simpatico, generoso, dotato di un carisma naturale e con una voce inconfondibile, il ricordo del Maestro Luciano Pavarotti è sempre più vivo e ieri sera in molti hanno voluto celebrarlo e ricordarlo.

Nel video le interviste a:

- Nicoletta Mantovani, Presidente della Fondazione Luciano Pavarotti

- Maria Patrizia Paba, Prefetto di Modena

- Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena

- Maurizio Agricola, Questore di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche