Martedì 24 Settembre 2019 | 10:50

NEGOZIO MIRANDOLA, CHIEDE 10€ PER PROVARE LE SCARPE

Una cliente si è sentita chiedere da un negoziante di Mirandola 10€ per aver provato un paio di calzature senza poi averle acquistate. Un comportamento controproducente secondo Federconsumatori, che critica il commerciante


10 euro per aver provato un paio di scarpe: questa la cifra che si è sentita chiedere una ragazza che in un negozio di articoli sportivi a Mirandola. La giovane, che stava uscendo dall’attività senza acquisti, si è vista intimare dal commerciante il pagamento di una quota per aver provato le scarpe che aveva poi deciso di non comprare. Lei ha chiesto delucidazioni, dato che, ha sostenuto, non c’era alcun cartello indicante questa pratica. La storia si è conclusa con la cliente uscita dal negozio senza pagare nulla, ma all’interno dell’attività è comparso un cartello che intima i clienti a pagare la somma di 10 euro se si intende provare le calzature senza acquistarle. Una richiesta insolita, che risulta essere il primo caso nel suo genere in Emilia-Romagna. A segnalarla è Federconsumatori, che riconduce la scelta del negoziante a un tentativo di combattere il fenomeno di chi prova gli articoli per poi acquistarli sul web. L’associazione, a conoscenza di questo tipo di concorrenza, critica fortemente la scelta del commerciante mirandolese.

 

Nel video l'intervista a Marzio Govoni, presidente Federconsumatori Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche