Martedì 20 Agosto 2019 | 02:44

ESPLOSIONE DI VIA BLASIA, TOLTI I SIGILLI DAL PALAZZO

Sono stati rimossi i sigilli della Procura dal Palazzo di via Blasia che lo scorso 5 dicembre fu coinvolta in un’esplosione a causa di una fuga di gas


Ancora detriti, pezzi di vetro infranti, impalcature e un silenzio che riporta alla tragedia avvenuta in pieno centro a Modena lo scorso 5 dicembre, quando intorno alle 9 del mattino un forte boato gettò nel panico gli abitanti della palazzina di via Blasia al civico 5. Una fuga di gas generò una forte esplosione e un giovane studente di 19 anni rimase gravemente ferito riportando ustioni sul 90% del corpo. A distanza di sei mesi sono iniziati i lavori di restauro dell’intera palazzina. I sigilli posti dalla Procura sono stati rimossi e ora si può procedere con il restauro ad opera della ditta proprietaria del Palazzo incaricata dalla Comunità Ebraica. Lavori che, si prevede, saranno di lunga durata. La dinamica ancora oggi è poco chiara: il boato fu provocato da una fuoriuscita di gas di cui l’origine ancora si ignora, restano ancora da stabilire sia la fonte, che la causa dell’esplosione, e cioè se tutto è partito dalla caldaia o dai fornelli della cucina. La procura aveva dissequestrato tutto l’immobile e aperto un’indagine per disastro colposo, 5 persone sono state iscritte nel registro degli indagati, ma non si sa ancora chi siano e che ruoli avessero.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche