Martedì 20 Agosto 2019 | 14:10

MALTEMPO, IN MONTAGNA DANNI, BLACK OUT E SCUOLE CHIUSE

Vigili del fuoco, protezione civile e tecnici Hera sono impegnati da ieri a risolvere i principali danni provocati dal crollo di numerosi alberi su strade e linee elettriche in tutte le aree dell’appennino


Scuole chiuse anche per la mancanza di riscaldamento dovuto all’interruzione dell’energia elettrica oltre che per il crollo di alberi, a Serramazzoni e Palagano. Sono le conseguenze della grande quantità di alberi caduti sotto il peso della neve  a complicare da ieri la vita agli abitanti della montagna modenese che nel giro di tre ore hanno visto mutare paesaggi e temperature da scenari primaverili ad invernali. A Pavullo la pineta ducale è stata chiusa. Ma i problemi maggiori il manto di pesante neva ricca di acqua, dai 30 centimetri di Pavullo all’oltre mezzo metro del l’alto appennino ai piedi del cimone, si sono verificati sulle linee elettriche e sulle strade. Blaak out a macchia di leopardo in tutte le zone. I comuni che hanno particolarmente risentito della situazione, e nei quali sono ancora presenti particolari difficoltà sono Lama Mocogno, Montese, Polinago, Pavullo e Sestola. Complessivamente Inrete, la società del Gruppo Hera che gestisce l'attività di distribuzione dell'energia elettrica, è all’opera con oltre 60 persone, tra quelle presenti sul campo. Sin dalle prime interruzioni di corrente, registrate attorno alle 14.30 di domenica, tutte le squadre specializzate sono al lavoro dalla scorsa notte. Sul fronte viabilità, dopo il lavoro degli spartineve gli operatori della Provincia stanno  tuttora lavorando lungo tutta la rete delle strade provinciali per rimuovere le numerose alberature cadute o pericolanti. In campo già da ieri anche sul fronte della rimozione degli alberi, i volontari della protezione civile oltre ai vigili del fuoco. Il problema delle alberature riguarda praticamente tutte le strade provinciali a partire dalla provinciale 324 del passo delle Radici tra Roncoscaglia e Sestola e tra Montecreto e Pievepelago, lungo la provinciale 31 di Acquaria, la provinciale 30 tra Pavullo e Sestola, la provinciale 33 di Frassineti tra Pavullo e Polinago, la provinciale 27 sempre a Pavullo, ma anche le provinciali nelle zone di Serramazzoni, Prignano, Montefiorino e Frassinoro. Tutte le strade provinciali sono regolarmente percorribili

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche