Mercoledì 19 Giugno 2019 | 19:10

VIALE GRAMSCI: E' ALLARME PER I SENZA FISSA DIMORA

Nuovo arresto da parte dei Carabinieri di Modena in viale Gramsci: questa volta a finire in carcere è un 23 enne nigeriano irregolare e senza fissa dimora. Un problema dilagante e alimentato anche dalle tante aree abbandonate che vengono trasformate in rifugi di fortuna


Di notte trovano rifugio soprattutto negli edifici abbandonati pubblici e privati dell’area dell’ex mercato bestiame dove la mancata riqualificazione favorisce , insieme al degrado, dimore e bivacchi di fortuna. Poi, già dalle prime ore della mattina si recano, a breve distanza nell’area dello spaccio compresa tra via attiraglio, parco XXII aprile e Viale Gramsci. Ed è sempre il tratto di viale che si affaccia su strada Canaletto, che presenta i maggiori problemi legati alla presenza di spacciatori Ed è proprio qui che i Carabinieri impegnati in un controllo antidroga hanno sorpreso un cittadino nigeriano di 23 anni, irregolare, a vendere una dose di eroina ed una dose di cocaina ad un italiano a sua volta segnalato alla prefettura. Bloccato in flagranza di reato, il nigeriano non ha opposto resistenza, e stato tradotto in cella di sicurezza in caserma e poi in tribunale questa mattina, per il processo per direttissima. Un altro episodio che conferma la problematica legata agli stranieri senza fissa dimora, spesso vittime della organizzazioni criminali che assoldano soggetti usciti dai percorsi di accoglienza e senza diritto al permesso di soggiorno, o in Italia clandestinamente. Attirati da aree come quella in questione, dove alla ancora fiorente, nonostante i controlli serrati, dell’attività di spaccio si accompagnano aree abbandonate nelle quali trovare rifugio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche