Sabato 25 Maggio 2019 | 19:24

ITALPIZZA, NUOVO ACCORDO IN PREFETTURA, SCIOPERO SOSPESO

I Si Cobas sospendono lo sciopero dei lavoratori Italpizza. La sigla ha ritenuto soddisfacente l’esito dell’incontro di oggi in Prefettura in merito ai contratti da applicare


Dopo 10 giorni di mobilitazione lo sciopero dei Si Cobas davanti ai cancelli Italpizza si interrompe. La conferma arriva dopo 3 ore e mezzo di riunione convocata dalla prefettura con i rappresentanti dei Si Cobas delle cooperative evologica e confamo (assenti i rappresentanti dell’azienda). Ad aspettare fuori una quarantina di lavoratori che dai cancelli dello stabilimento si sono spostati per una mattina in viale Martiri. Dove alle ore 13,30 i rapresentanti sindacali annunciano l’accordo raggiunto. La prefettura dalla prossima convocare dalla prossima settimana un tavolo unico con tutte le parti interessate dalla vertenza sul contratto, compresa confindustria. E che vedrà da un lato L’azienda, le cooperative e la Uil che hanno sottoscritto l’accordo per l’applicazione del contratto multiservizi che era intenzione allargare le altre sigle sindacali e dall’altro, in attesa di conoscere la posizione ufficiale della Cisl, il fronte Si Cobas e Cgil, quest’ultima che dopo il rifiuto della piattaforma sottoscritta solo con la Uil ha rilanciato una propria proposta  relativa all’applicazione non più di un unico contratto multiservizi ma dei rispettivi contratti nazionali per gli alimentaristi e per la logistica. Posizioni che la Prefettura raccoglierà in unico tavolo da lei convocato con l’obiettivo di trovare un sintesi. Soluzione che soddisfa i Si Cobas. Nell’accordo in prefettura anche un impegno a verificare la corretta applicazione del contratto in essere attraverso un analisi delle buste paga, testimoni, a detta dei lavoratori di condizioni ancora inaccettabili. Su retribuzione e turni. In tanti ci mostrano i messaggi che le cooperative mandano per comunicare variazioni di orario e di turno con un ora o due di preavviso, anche tre e 5 variazioni in una giornata. Che nonostante il reintegro avvenuto nelle mansioni richieste nel precedente sciopero, avevano portato nuovamente i lavoratori a scioperare.

Nel video l'intervista a Marcello Pini, Si Cobas Modena 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche