Giovedì 21 Febbraio 2019 | 07:14

IL SASSUOLO A GENOVA PER CONTINUARE LA CORSA

Vincere a Genova per confermare il buon momento di forma e ritrovare quelle certezze che sembravano smarrite. Questo pomeriggio il Sassuolo sfiderà il tabu Marassi


Due vittorie consecutive il Sassuolo non le ottiene da inizio stagione: ecco perché l’occasione di questo pomeriggio al Ferraris contro un Genoa che ancora deve smaltire l partenza di Piatek verso il Milan è più che mai ghiotta per riconquistare la parte sinistra della classifica e quelle certezze che sembravano smarrite con le ultime gare del 2018 condite dalla partenza improvvisa di Boateng. Mister De Zerbi dovrà fare a meno di Magnanelli, il cui infortunio patito contro il Cagliari sembra più grave del previsto, ma recupera Ferrari al centro della difesa a fare coppia con quel ritrovato Peluso la cui partenza verso la Sardegna è stata bloccata proprio dal tecnico che vuole più esperienza e solidità nella retroguardia. A centrocampo spazio, quindi a Sensi e Locatelli nella linea a tre completata da Duncan, mentre in attacco è sicuro di una maglia da titolare solamente Berardi, fresco di convocazione assieme a Sensi nello stage per la Nazionale. Matri è un ex della gara, giocò nel Genoa nella stagione 2014/2015 segnando sette reti in sedici gare, ed al momento è in vantaggio rispetto a Babacar che proprio contro i grifoni segnò la sua prima rete in serie A con la maglia della Fiorentina. A completare l’attacco Boga sembra in vantaggio su Di Francesco anche se Djuricic scalpita per partire dal primo minuto. Prandelli sembra intenzionato a far debuttare dal primo minuto nel suo 4-2-3-1 quel Sanabria appena arrivato nel mercato di riparazione e che proprio con la maglia del Sassuolo fece il suo esordio in serie A. Arbitra Manganiello della sezione Aia di Pinerolo con Abisso e Tonolini al Var.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche