Mercoledì 20 Marzo 2019 | 12:10

È EMERGENZA SMOG, MA NEGLI ULTIMI 10 ANNI LA SITUAZIONE STA MIGLIORANDO

Un inizio anno non proprio positivo per la qualità dell’aria nella nostra città. Dal 31 dicembre, sono attive le misure emergenziali. Una situazione che secondo gli esperti è normale per il mese di gennaio caratterizzato da scarse precipitazioni


Il 2019 è iniziato all'insegna dello smog nella nostra città. In tredici giorni, la stazione di rilevamento Arpae di via Giardini ha fatto segnare già 6 sforamenti delle Pm 10, mentre quella al parco Ferrari si è fermata a quota 4. Un inizio non proprio felice, dopo che il 2018 si è concluso con i dati dello smog in leggera flessione rispetto al 2017. Per l’intero anno appena concluso, gli sforamenti in via Giardini sono stati 51 contro gli 83 del 2017 e  al Parco Ferrari 32 contro i 65 dell’anno precedente. Dati che se confrontati con quelli del 2008, 10 anni fa, dimostrano come la situazione stia lentamente migliorando. Eppure l’anno appena iniziato non è di buon auspicio.  Dal 31 dicembre sono attive le misure emergenziali, dopo che i risultati dei monitoraggi Arpae, hanno constatato il perdurare del periodo di superamento del valore limite giornaliero delle polveri sottili. Gli esperti parlano però di una situazione purtroppo normale per il mese di gennaio, caratterizzato dall’assenza di vento e precipitazioni

 

Nel video l'intervista a Carla Barbieri, Responsabile monitoraggio qualità dell’aria Arpae

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche