Martedì 22 Gennaio 2019 | 06:09

FONDERIE, L’AMIANTO NON E’ STATO ISOLATO, CITTADINI PREOCCUPATI

Dopo le feste natalizie rimane alta l’attenzione sui problemi ambientali legati alle fonderie cooperative. Anche i lavori per l’isolamento dell’amianto promessi durante le festività non sono stati eseguiti. Ed il locale comitato cittadino ora si è rivolto all’Organismo Nazionale Amianto


Se gli impegni non si saranno rispettati si potrebbe prospettare un esposto in procura ma nel frattempo i cittadini rappresentati dal comitato Respiriamo Aria Pulita, si sono rivolti all'Organismo Nazionale Amianto per chiedere quelle verifiche ambientali sulla copertura di cemento amianto ammalorata da anni e che solo a seguito dalla denuncia del comitato è stata attenzionata dagli organi competenti ed inserita tra le emergenze da risolvere. L’impegno assunto formalmente dalla proprietà nell’ultimo incontro ufficiale avvenuto in Municipio alla presenza del comitato era quello di approfittare della pausa natalizia per incapsulare l’amianto. Cosa che non è stata fatta. Sul tetto sono state alcune protezioni ma la copertura è rimasta così, per la preoccupazione dei residenti, ancora una volta delusi da un nuovo impegno non ottemperato. Un problema quello dell’amianto che si aggiuge a quelli ormai giù noti relativi alla presenza di inquinanti, compresa l’alta percentuale di Benzene e di Pm 10, e di polveri. E in prospettive quello del mancata visione di quella che è la promessa definitiva, relativa alla dismissione dell’impianto entro il 2022.

Nel video l'intervista a Maurizio Ruopolo, Comitato Respiriamo Aria Pulita

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche