Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 23:01

AGGREDISCONO E RAPINANO TRANS: BLOCCATI DALLA POLIZIA

Due giovani di 19 e 22 anni sono stati fermati dalla Polizia con le accuse di minaccia e rapina aggravata nei confronti di un transessuale. Uno di loro è stato anche accusato per furto in un negozio del centro il giorno successivo


Gli agenti della Squadra Volante di Modena li hanno bloccati all’imbocco del sottopasso della Porta Nord della stazione dei treni. Intorno alle 23:30. Si erano fatti una bevuta come se nulla fosse. Nonostante poche ore prima avessero minacciato, percosso e colpito con una testata, e rapinato della borsetta una transessuale avvicinata in viale Monte Kosica. Si tratta di due giovani di 19 e 22 anni, marocchini, regolari sul territorio, protagonisti di una notte da arancia meccanica. Prima in zona Novi Sad, avvicinano una prostituta rumena. Al suo fianco una connazionale transessuale. Dalle parole iniziano le richieste di denaro e minacce. Uno di loro colpisce il transessuale alla testa provocandole un taglio all’arcata sopraccigliare e prende la borsa. La donna chiede aiuto e chiede anche a loro di lasciarle almeno le chiavi di casa che i due gettano in strada. Scattano le ricerche poche ore dopo gli agenti li bloccano alla porta nord della stazione. Hanno con loro anche la borsetta e all’interno come prova i profilattici di una marca segnalata dalla donna gli agenti. L’accusa è di minaccia lesione e rapina aggravata. Ma l’arresto non scatta.  Tanto che uno di loro, il 19 enne viene fermato insieme ad un complice ieri pomeriggio, bloccato dalla sicurezza di un grande magazzino del centro storico, dopo avere rubato 200 euro in capi di abbigliamento nascosto sotto i giubbotti. Anche in questo caso scatta la denuncia per furto che insieme alle altre gravi per rapina potrebbe fare scattare almeno nei confronti di uno di loro, un provvedimento restrittivo

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche