Giovedì 17 Gennaio 2019 | 00:08

RIQUALIFICAZIONE EX FONDERIE, SI PARTE DALLA PALAZZINA

Presentato oggi il progetto di fattibilità per la ristrutturazione della palazzina delle ex fonderie. Lavori previsti nel 2020 ma sul futuro pesa ancora l’incognita della mancata bonifica dell’area


Biblioteca e archivio a piano terra; uffici, sale didattiche e una sala conferenze al primo piano; una sala eventi nella torretta centrale. Sono questi i principali aspetti previsti dal progetto di realizzazione della sede dell’Istituto storico nella Palazzina delle ex Fonderie, il grande comparto urbano da 30 anni in attesa di riqualificazione. Un progetto che ha ricevuto il contributo di 1 milione e mezzo di euro della Regione a cui si aggiungerà quello della Fondazione per un dal valore complessivo di tre milioni e 707 mila euro. Entro giugno il progetto ora a livello di fattibilità, dovrebbe essere esecutivo, poi nuovo passaggio in regione per l’accordo di programma e lavori al via nel 2020. Per un intervento che riguarderà solo uno dei 4 comparti in cui è divisa l’area della palazzina, quello dell’ingresso principale che si affaccia sul cavalcavia Ciro Menotti. Rimangono lontani progetti e futuro sul resto dell’area estesa per 40.000 metri quadrati di cui 11 mila coperti ma pericolanti e su cui pesa l’incognita della mancata bonifica dell’area già prevista sulla base dell'Arpa nel 2011 e mai realizzata. Per garantire almeno la parte di decontaminazione riguardante l’area interessata dal progetto presentata oggi, il comune ha stanziato 150 mila euro ma le garanzie saranno date soltanto da ulteriori valutazioni a approfondimenti con Arpae. Ad illustrare il progetto sulla palazzina in Comune, oltre all’Assessore all’urbanistica anche il presidente dell’istituto storico che nella nuova sede potrebbe avere una risposta alle esigenze di spazio.

Nel servizio le interviste a:
- Sofia Cattinari, Architetto 
- Antonio Finelli, Presidente istituto storico

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche