Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 17:19

IL GIORNO DOPO L’ESPLOSIONE IN VIA BLASIA: IL 19ENNE E’ IN COMA

Il 19enne rimasto gravemente ferito nell’esplosione avvenuta in via Blasia è ricoverato al Centro Grandi Ustioni di Parma ed è in coma. Mentre la Procura ha aperto una inchiesta per disastro colposo, procedono gli accertamenti per stabilire le cause dello scoppio


Tutto quello che resta il giorno dopo l’esplosione che ha sconvolto il centro storico di Modena è una strada chiusa, pezzi di vetri infranti e un silenzio assordante. Erano le nove di ieri mattina, quando un forte boato ha gettato nel panico gli abitanti della palazzina di via Blasia al civico 5, a pochi passi dalla Sinagoga. A causa di una fuga di gas si è generata una forte esplosione e l’unico affittuario, un giovane studente di 19 anni, è rimasto gravemente ferito riportando ustioni sul 90% del corpo. Il ragazzo originario di Torino al momento si trova in coma al Centro Grandi Ustioni di Parma e le sue condizioni sono ancora molto gravi. A salvare il giovane sono stati i poliziotti della volante, prontamente intervenuti sul posto ed entrati nell’edificio. Subito dopo sono accorsi anche i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e la Municipale, che hanno evacuato l’edificio, traendo in salvo gli altri condomini. L’incidente sarebbe imputabile ad un mal funzionamento dell’impianto ma le indagini sono ancora in corso. Intanto la procura ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di disastro colposo a carico di ignoti. Sotto choc anche tutta la comunità ebraica proprietaria di alcuni degli appartamenti situati nella palazzina e dell’appartamento teatro della disastrosa esplosione

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche