Giovedì 13 Dicembre 2018 | 16:00

PROVINCIA, IL PRESIDENTE GIAN DOMENICO TOMEI AFFIDA LE DELEGHE

Nulla di fatto in Provincia sulla questione San Filippo Neri, questa mattina sul tavolo della seduta del Consiglio. La documentazione attesa non è arrivata e non è stato possibile rispondere all'interrogazione sugli incarichi interni alla Fondazione, tema che negli ultimi mesi ha scaldato la politica modenese. La seduta è così proceduta con la sesta variazione di bilancio e con la distribuzione delle deleghe e delle funzioni da parte del presidente Tomei


Nulla di fatto in consiglio provinciale per l’attesa risposta ad una interrogazione presentata sugli incarichi interni alla Fondazione San Filippo Neri al centro da mesi di una bufera politica dopo le dimissioni dell’ex Presidente Mauro Tesauro. La risposta viene comunicato dal Presidente Tomei, non c’è perché la documentazione richiesta non è ancora arrivata. I termini sono scaduti, ma vista la disponibilità degli organi della fondazione di fornire i documenti, l’accordo con l’opposizione è quello di aspettare. La seduta procede in fretta verso gli altri punti, il più importante riguarda la sesta variazione di bilancio, con segno più. La stretta imposta dal governo Renzi che aveva prosciugato le casse della provincia a favore dello stato si è allentata e dal rifinanziamento dello scorso anno e grazie a nuove entrate da enti partecipati, fondi europei e regionali, l’ente di viale Martiri è tornata a respirare e a potere programmare i bilanci, anche con una prospettiva triennale. Che non succedeva dal 2014. Nelle ultime settimane l’arrivo di altri 100.000 euro dalla Regione, che, ha sottolineato il consigliere provinciale con delega al bilancio, nonché sindaco di Formigine, Maria Costi, saranno subito reiunvestiti in servizi per la collettività e per i comuni. Dopo la Vicepresidenza e la delega al turismo affidata a Giancarlo Muzzarelli, il Presidente Giandomenico Tomei ha elencato le altre deleghe che, pur non previste dallo statuto delle provincie dopo la riforma del 2014 in cui sono spariti gli assessori, vengono di prassi affidate ai consiglieri di maggioranza. A Maria Costi, viene confermata la delega al bilancio, a Fabio Braglia sindaco di Palagano, quella su protezione civile, allo sviluppo economico e lavoro Roberto Solomita, conferma per le pari opportunità a Caterina Liotti, Federica Nannetti, sindaco di Nonantola si occuperà di programmazione territoriale, Massimo Paradici, di ambiente e di due tavoli tematici su pedemontana e comparto carni. Monia Zaniboni, sindaco di Camposanto si occuperà di politiche per la ricostruzione post sisma e cultura.

Nel video l'intervista a Maria Costi, consigliere provinciale con delega al Bilancio

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche