Venerdì 16 Novembre 2018 | 05:17

IMMIGRAZIONE, NON C’E’ ACCOGLIENZA SENZA INTEGRAZIONE

Le politiche di accoglienza degli immigrati fino ad ora non hanno potuto garantire quel livello di integrazione auspicato. E i nuovi provvedimenti in materia di immigrazione impongono nuove sfide. Questi i temi che questa mattina hanno aperto il Festival delle Migrazioni, nel convegno inaugurale organizzato al Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore


E’ il direttore generale della fondazione Migrantes, protagonista oggi nel convegno inaugurale del Festival delle Migrazioni, a porre una problematica fondante nella discussione attuale su immigrazione ed accoglienza. Un’accoglienza che non può prescindere, fin dai primi momenti, da una prospettiva reale di integrazione fondata sul lavoro e sul rispetto dei doveri oltre che dei diritti. Un connubio che nonostante gli sforzi delle istituzioni e degli operatori impegnati nei percorsi di accoglienza fino ad ora strutturati, non ha trovato, sia a livello nazionale che locale quei risultati auspicati, e non è riuscito ad andare oltre a quella gestione dell’emergenza, legata all'assistenza di base, al vitto e all'alloggio, lasciando così in una condizione di limbo molti migranti che si trovano senza potere fare nulla in una attesa che a Modena  arriva anche ad un anno e mezzo prima di vedere esaminata la propria richiesta di asilo. Una sfida quella dell’immigrazione e dell’accoglienza, anche degli stranieri che sono o diventano irregolare, difficile anche sul piano del diritto.

Nel video l'intervista a:
- Giovanni De Robertis, Direttore generale Fondazione Migrantes
- Vincenzo Pacillo, Direttore Dipartimento Giurisprudenza Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche