Sabato 17 Novembre 2018 | 03:25

GIOCO D'AZZARDO, CAMBIA LA MAPPA DEI LUOGHI DA CHIUDERE

Dopo i ricorsi al TAR, modifiche alle mappe stradali e chiusure spontanee. Si riducono da 25 a 22 le cosiddette sale slot inserite nell’elenco di quelle che dovranno chiudere o da de localizzare entro i prossimi tre mesi. Per ora un ricorso al TAR salva però due delle sale slot più grandi della città


Per ora le due grandi sale slot di via Delfini a Modena inserite dal Comune nell’elenco di quelle che ricadono ad una distanza inferiore a 500 metri da luoghi sensibili come le scuole e che per questo andrebbero chiuse o delocalizzate nel giro di sei mesi sono salve. Nelle scorse settimane, contro il provvedimento del Comune, è stato notificato negli uffici di piazza grande il ricorso al Tar con richiesta di sospensiva da parte della società titolare di due grandi sale slot con sede in in città che in attesa della sentenza del giudice potranno così rimanere aperte. Da qui la scelta obbligata del comune di toglierle dall’elenco delle 25 che dovranno chiudere i battenti o delocalizzare a breve. Un numero quello dell’elenco che si è comunque ancora ridotto nei giorni scorsi. Sia per chiusura o per trasferimento per così dire naturale, sia per motivazioni in alcuni casi anche curiose. Come quello riguardante la sede di una organizzazione religiosa di matrice cristiana che pur avendo evidentemente al proprio interno macchinette, ha dimostrato mappe dei percorsi pedonali che dimostrano come la distanza più breve rispetto al primo luogo sensibile, è maggiore di 500 metri. Ed è così che da 25 i luoghi sensibili da chiudere nell’elenco originario del Comune oggi ne figurano 22. Nove di questi sono vere sono sale gioco, mentre nel resto sono comprese agenzie di scommesse e sale bingo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche