Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 01:12

URLA IN STRADA CON COLTELLO IN MANO, PAURA IN VIA CRESPELLANI

Momenti di paura ieri pomeriggio in via Crespellani, dove un uomo disperato ha brandito un grosso coltello ed è sceso in strada nudo, urlando alla folla


Aveva questo coltello in mano, una vera e propria arma di 34 centimentri  che agitava in aria urlando in totale stato confusionale  l’uomo di 30 anni di origine nigeriana, regolare in Italia bloccato ieri pomeriggio in via Crespellani a Modena dagli agenti della squadra Volante. L’allarme scatta poco dopo le 16. Alcuni passanti vedono la scena. L’uomo vestito soltanto dagli slip  urla e brandisce l’arma. Attimi di paura. La chiamata al 113 fa arrivare subito gli agenti che sul posto si accorgono che un altro uomo, un connazionale, si sta avvicinando, tentando di immobilizzare l’esagitato che sembra incontenibile. Bisognerà ricorrere allo spray urticante per placare la furia dell’uomo. Portato in questura spiegherà il suo comportamento con la disperazione generata dalla morte del fratello. Dovrà rispondere di detenzione di arma atta ad offendere, resistenza a pubblico ufficiale. E nonostante il gesto nobile, la denuncia scatta anche per l’amico, che aveva tentato di disarmare l’uomo e che a seguito dell’indentificazione in questura è risultato irregolare. Ed è proprio in questura dove i due vengono portati che gli agenti mettono a segno l’arresto di un cittadino somalo. Sull’uomo, che si era recato presso gli uffici per chiedere lo stato di una pratica in corso, pesava condanna a 5 mesi per furto in appartamento. Appreso che la pratica non era ancora pronta è andato in escandescenza aggredendo  un agente dell’ufficio. Arrestato in flagranza, dalla questura è stato portato in carcere. Dove sconterà la pena residua alla quale oggi si è aggiunta quella di resistenza a pubblico ufficiale

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche