Martedì 11 Dicembre 2018 | 06:42

CONTROLLO DI VICINATO ‘A RAPPORTO’

Questa mattina i 40 referenti degli altrettanti gruppi di vicinato presenti a Modena, hanno fatto il punto sull'attività di controllo e sicurezza con Prefetto, Sindaco e Comandante della Polizia Municipale. Un’esperienza che funziona ma che deve migliorare, soprattutto nell'organizzazione


Non vogliamo eroi che intervengono ma cittadini consapevoli che segnalano e facendo rete in collegamento diretto con le situazioni e le forze dell’ordine partecipano alla costruzione della sicurezza. Così il Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba all’incontro organizzato questa mattina al centro famiglia di Nazareth con i referenti dei 40 gruppi per il controllo di vicinato presenti a Modena. I gruppi di cittadini organizzati per la segnalazione su canali internet dedicati e protetti con la polizia muncipale pedi situazioni sospette, degrado elementi relativi all’ordine e alla sicurezza pubblica. Chiamati a relazionare a sindaco e Comandante della Polizia Municipale, l’esperienza maturata ad un anno e mezzo circa dalla composizione del primo gruppo a Cognento seguito da quello di via Zamenhof. Un’occasione per i rappresentanti delle istituzioni per ascoltare in diretto confronto con i referenti i  risultati, le criticità riscontrate e le proposte per migliorare il servizio. Spesso all’interno dei singoli gruppi, solo una parte partecipa attivamente, poi c’è il tema della tutela della privacy rispetto alle segnalazione e la necessità emersa in maniera trasversale dagli interventi dei diversi referenti di strutturare con protocolli specifici il funzionamento dei gruppi. Temi sui cui gli organi istituzionali hanno promesso il massimo impegno, con ulteriori incontri e percorsi di formazione.

Nel video l'intervista a:

- Rossella Brunetto, Referente Gruppo Controllo di Vicinato via Zamenhof

- Valeria Meloncelli, Comandante Polizia Municipale di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche