Lunedì 19 Novembre 2018 | 06:09

LOTTA ALLA SLA, UN PROGETTO PER AIUTARE BAMBINI E ADOLESCENTI CON GENITORI MALATI

A Modena i volontari di Aisla, l’associazione italiana che si occupa di ricerca e assistenza ai malati di Sla e alle loro famiglie, per l’intera giornata hanno allestito un banchetto in via Emilia Centro, di fronte a Piazza Mazzini. L’obiettivo è quello di raccogliere fondi a favore di un nuovo progetto


Rallentare, curare e prevenire la malattia. Questi i progetti su cui punta l’Aisla di Modena. L’Onlus di via Santa Caterina che si occupa da ormai 22 anni di ricerca e assistenza ai malati di Sla e alle loro famiglie, quest’oggi con un banchetto in Piazza Mazzini ha incontrato la cittadinanza per offrire informazioni e supporto ma anche per raccogliere fondi a favore di un nuovo progetto dal nome Baobab. Si tratta di una ricerca, prima al mondo, che va a indagare le reazioni di bambini e adolescenti che hanno uno dei genitori malati di Sla. L’obiettivo è quello di individuare azioni e buone prassi in grado di attenuare il più possibile le conseguenze generate dall’esperienza della malattia. Attualmente i malati di Sla seguiti a Modena e provincia sono circa 150. Secondo uno studio italo-americano tra circa 120 anni l’aumento medio nel mondo dei malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica, sarà del 32%.

Nel video l'intervista a Doretta Benzi, Volontaria Aisla

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche