Lunedì 19 Novembre 2018 | 06:12

VACCINI, AUTOCERTIFICAZIONI PROROGATE FINO AL 10 MARZO

I dietrofront del Governo sulle vaccinazioni obbligatorie stanno creando disorientamento nella popolazione, ma a Modena l'Azienda Usl e il Comune rassicurano sul massimo impegno sia per quanto riguarda la copertura che i controlli


Dopo aver ripristinato il divieto di accesso ad asili e materne per i piccoli non vaccinati, nelle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera è stato depositato un nuovo emendamento al decreto Milleproroghe, che fissa al 10 marzo prossimo la scadenza dei termini per presentare i documenti della Ausl. In questo modo si dà forza di legge alla circolare dei ministri Grillo e Bussetti, che prorogava le autocertificazioni fino a tutto settembre, risolvendo le criticità sollevate dai presidi. Secondo i responsabili delle scuole, infatti, la legge Lorenzin, attualmente in vigore, vale più di un provvedimento amministrativo. L'ex ministro, atteso ieri sera a Modena in un dibattito ospite del PD, ha dato forfait proprio per rimane a Roma per opporsi alla fiducia posta al Milleproroghe dal governo. Presente però il presidente della conferenza territoriale sanitaria che ha confermato una situazione sotto controllo in provincia senza risparmiare una critica ai dietro front romani. Il Comune di Modena ribadisce che per frequentare i nidi e le scuole d’infanzia comunali occorre aver regolarizzato la posizione in materia vaccinale o poter dimostrare di apprestarsi a farlo. E su questo punto il Comune ha avviato un monitoraggio sulle famiglie ancora non in linea con le direttive.

Nel video le interviste a:

- Alberto Bellelli, Co-Presidente CTSS Modena

- Pietro Cavazza, Assessore all'istruzione Comune di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche