Venerdì 17 Agosto 2018 | 10:57

INCIDENTE A14, INIZIA LA CONTA DEI DANNI

Ammontano a circa 10 milioni di euro le prime stime dei danni che l’esplosione sull’A14 ha causato alle case e alle attività commerciali limitrofe. Per quanto riguarda il ponte parzialmente crollato, la stima di 500 mila euro precisata ieri dal sottosegretario di Michele Dell’Orco, ha spinto il capogruppo regionale di Forza Italia Andrea Galli a intervenire


Dopo il bilancio dei feriti, arrivano le prime stime dei danni alle infrastrutture causate dall’esplosione sulla A14 a Borgo Panigale. Secondo l’assessore del comune di Bologna Alberto Aitini i danni ad abitazioni e attività commerciali ammontano a svariati milioni di euro, circa 10 nel complesso. Solo le due concessionarie limitrofe al luogo del sinistro hanno riportato danneggiamenti per una cifra che si aggira tra i tre e i cinque milioni di euro. Nel conteggio, sono state considerate anche due scuole e la sede del Quartiere, mentre l'illuminazione pubblica è ancora spenta, dato che sono saltate le centraline e saranno necessari alcuni giorni per ripristinarle. Non risultano fortunatamente fughe di gas né problemi per la qualità dell'aria. Al più presto verranno forniti ai cittadini i moduli per censire i danni e richiedere gli indennizzi all’assicurazione della ditta proprietaria del mezzo che ha causato l’incidente. Per quanto riguarda l’autostrada, i lavori sono iniziati e il tratto di ponte crollato è stato demolito. Secondo le prime dichiarazioni rilasciate dal sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il modenese pentastellato Michele dell’Orco, per riparare il ponte è necessaria una cifra di circa 500mila euro. Una stima che ha spinto il capogruppo in Regione di Forza Italia Andrea Galli ad intervenire.

Nel video l'intervista a Andrea Galli, Capogruppo in Regione di Forza Italia

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche