Domenica 21 Ottobre 2018 | 08:51

FONDERIE, ANCORA NESSUN PROGETTO PER LA DELOCALIZZIONE

Fonderie di Via Zarlati in ritardo. Doveva essere presentato entro la fine del mese di luglio il progetto per il trasferimento della struttura nella zona di Navicello. Intanto il sindaco di Nonantola ribadisce la contrarietà alla delocalizzazione


Il progetto per il trasferimento delle Fonderie di via Zarlati nella zona di Navicello è in ritardo. Si tratta di un passaggio fondamentale nel processo di delocalizzazione, che doveva essere inizialmente presentato ai primi di luglio: una data che è stata prorogata a fine mese.  Ad oggi tuttavia almeno ufficialmente, la proprietà non ha ancora presentato né il progetto per il nuovo stabilimento né lo studio di prefattibilità ambientale su cui dovranno essere avviate le procedure per la valutazione di impatto ambientale. Si tratta di un piano articolato, da redigere sulla base del protocollo di intesa con il Comune e capace di definire le compatibilità rispetto alle indicazioni sulla collocazione nell'area di Navicello. Il sindaco di Nonantola insiste sulla contrarietà del trasferimento: la delocalizzazione delle fonderie comporterebbe un peggioramento della qualità dell’aria in una zona già soggetta a traffico intenso e ad esalazioni, per via della vicinanza con l’inceneritore.

 Nel video l'intervista a Federica Nannetti, Sindaco di Nonantola

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche