Lunedì 22 Ottobre 2018 | 19:07

PROSTITUZIONE MINORILE E SCHIAVITU’ A CASTELFRANCO, DUE ARRESTI

Una cittadina nigeriana di 39 anni ed un italiano di 72 sono agli arresti domiciliari per aver ridotto in schiavitù quattro minorenni di nazionalità nigeriana costringendole a prostituirsi e segregandole in un appartamento di Castelfranco Emilia. L’operazione è stata condotta dalla Mobile di Modena in sinergia con quella di Vicenza


Avevano ridotto in condizioni di schiavitù quattro minorenni nigeriane, fatte entrare in Italia illegalmente per farle prostituire e tenute segregate in un appartamento a Castelfranco Emilia. La vicenda è venuta a galla grazie alla segnalazione di una delle ragazze che è riuscita a trovare il coraggio di raccontare tutto alla Polizia. Sono scattate le indagini e tramite intercettazioni telefoniche, analisi dei tabulati e osservazione su strada, gli uomini della Squadra Mobile di Modena, in collaborazione con i colleghi di Vicenza, sono riusciti a trarre in arresto i due responsabili, una 39enne nigeriana e un 72enne italiano. La donna è indagata per aver organizzato l’ingresso illegale in Italia delle giovani nigeriane, coordinando il loro reclutamento già in Nigeria. L’uomo invece è indagato per aver agevolato e favorito la prostituzione per trarne profitto, svolgendo anche attività dirette finalizzate ad eludere i controlli della Polizia. I fatti sono avvenuti tra il novembre 2014 e il marzo 2017 tra Modena e Castelfranco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche