Venerdì 17 Agosto 2018 | 07:21

LA FALCONERIA, PRATICA SENZA TEMPO INCANTA L'APPENNINO

Ci spostiamo in appennino dove sono arrivate le esibizioni di Alessandro Vicini, falconiere che di una passione ha ricavato anche una professione


Quello che si posa e osserva dal tetto di una casa di Montecreto il panorama è un esemplare giovane di Falco Lanario, falco d'alto volo, estremamente rapido e veloce soprattutto quando avvista le possibili prede che per lui significano cibo. Tra le sue preferite ci sono piccoli volatili, come pernici che in appennino abbondano. Non a caso Alessandro Vicini, proprietario ma soprattutto amico intimo del rapace tiene per accompagnarlo ed invitarlo a spiccare il volo, un fantoccio con piume di uccello. Per lui la vita con i falchi, ne possiede diversi esemplari, è una passione, sfociata da alcuni anni anche in lavoro. Per la sua natura predatoria il falco viene utilizzato, anche per l'allontanemento naturale dai piccioni. In un rapporto tra falco e uomo che non è mai di coercizione e d'obbligo. Il falco vince la distrazione della gente e accetta di partecipare all'esibizione con cerchi di fuoco, spettacolo che Alessandro Vicini porta in giro questa estate con i suoi collaboratori. Il falco che a tratti si allontana, non perde mai di vista alessandro a lo aiuta a rendere emozionante ed unico lo spettacolo lanciandosi con precisione millimetrica nei cerrchi di fuoco. In un armonia tra uomo e animale che rimane selvatico basata sulla fiducia e sul rispetto che non può mai, nemmeno un istante venire meno. In un repporto che avviene non dalla nascita ma soltanto dopo a che l'animale ha ricevuto l'imprinting della madre.

Nel video l'intervista a Alessandro Vicini, Falconiere

 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche