Domenica 23 Settembre 2018 | 22:00

FUSIONE COMUNI MONTECRETO-LAMA, LA PAROLA AI CITTADINI

Sono cominciate ieri in Assemblea Legislativa le votazioni per fondere tra loro sette coppie di amministrazioni in diverse province della regione. A Modena, Lama Macogno e Montecreto. Ed e' proprio solo quest'ultima fusione al momento ad avere avuto l'ok dell'aula


Solo il 7 ottobre, con il referendum con il quale i cittadini dovranno scegliere tra si e no, si saprà se i comuni della montagna modenese Montecreto e Lama Mocogno diventeranno tutt'uno. Una prima indicazione di quale potrebbe il voto, è arrivata dall'assemblea legislativa regionale dove ieri è approdato il progetto di legge relativo a 6 fusioni tra comuni in varie province della regione. Una di queste relativa alla provincia di Modena per la quale l'assemblea legislaiva ha dato l'ok con ma con il voto favorevole solo del centro sinistra, maggioranza in regione, con il centrodestra schierato compatto per il NO. E con l'astensione del M5S, Con il consigliere regionale  di Forza Italia Andrea Galli, ha protestato nella zona del pubblico sventolando uno striscione contro la fusione. Un gesto commentato dal Presidente della Regione Bonacini con un 'Lasciamo decidere ai cittadini'. Di fatto ciò che prevede la legge. Saranno infatti saranno i cittadini a decidere se vale la pena o meno avviare la fusione'. I sindaci di centro sinistra eletti nei comuni coinvolti Fabio Canovi per Lama e Leandro Bonucchi per Montecreto, sono pronti sia alla sfida elettorale sia a quella del referendum. Quasi scontata la loro posizione, con il primo cittadino Montecreto che ha proposto la fusione. La Lega con Stefano Bargi, reputa il progetto di legge 'affrettato e frettoloso'. 'Capisco l'obiettivo che e' quello di tagliare i costi della politica e degli enti locali', argomenta il leghista in aula, 'ma non si risolvono i problemi seguendo questa strada.  Astenuti i 5 stelle, che avevano chiesto un rinvio in commissione del progetto di legge. 'Ci sono dei territori dove il processo di fusione, avendo alle spalle condivisione e consapevolezza, ha senso ma in questo caso la fusione e' innaturale', dice Giulia Gibertoni. Rimane invece un'opportunità per il sindaco PD di Montecreto. 

Nel video intervista a Leandro Bonucchi, sindaco di Montecreto

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche