Domenica 23 Settembre 2018 | 21:46

VACCINI, I TIMORI DELL’AUSL SULL’AUTOCERTIFICAZIONE

Depotenziamento della legge Lorenzin sui vaccini obbligatori: arrivano le prime preoccupazioni da parte dei medici dell’azienda Usl modenese sul provvedimento del ministro Grillo sulla possibilità di iscrivere i figli a scuola presentando solo un’autocertificazione


C’è preoccupazione da parte dei medici sul futuro dei vaccini. La legge sull’obbligatorietà vaccinale voluta dallo scorso ministro alla salute Beatrice Lorenzin ha ricevuto la prima sferzata dal nuovo governo gialloverde: non servirà più il documento di certificazione ufficiale dell’Asl per iscrivere i figli a scuola, ma un’autocertificazione dei genitori. Questo dice il provvedimento deciso dal nuovo Ministro Giulia Grillo insieme al Ministro all’Istruzione Marco Bussetti, redatto con il dichiarato scopo di snellire la burocrazia di scuole, Comuni e AUSL. Una modifica che, com’era prevedibile, ha scatenato la reazione dei medici. In particolare quelli dell’Azienda Usl di Modena si dicono preoccupati per un provvedimento che rischia di banalizzare l’invito a vaccinare i figli, oltre a portare con sé diversi dubbi sulla sua efficacia sul fronte burocratico.

Nel video l'intervista a: Giovanni Casaletti, Direttore Servizio Igiene Pubblica Ausl di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche