Lunedì 24 Settembre 2018 | 19:00

PRECIPITA NEL VUOTO PER OLTRE 200 METRI, MUORE UN 30ENNE

Un 30enne di Spilamberto ha perso la vita nella giornata di ieri precipitando per oltre 200 metri di quota. Il giovane stava praticando slackline, uno sport estremo che comporta il passaggio tra due montagne camminando su una corda


Tragedia in alta quota, un ragazzo modenese di 30anni precipita nel vuoto e muore. È successo ieri intorno alle 19, sui Monti Lessini, al confine tra Verona e Trento, quando Matteo Pancaldi, originario di Spilamberto, stava praticando con alcuni amici lo slackline, uno sport estremo che prevede il passaggio da una montagna all’altra camminando su una corda sospesa nel vuoto. Il giovane mentre stava camminando a 1400 metri d’altezza ha perso l’equilibrio ed è precipitato per oltre 200 metri di quota. Non è servito il sistema di sicurezza che lo teneva agganciato alla corda a salvargli la vita, che per motivi ancora sconosciuti, si è sganciato. All’arrivo dell’eliambulanza e della squadra del soccorso alpino per la vittima non c’è stato da subito nulla da fare, i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Trento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche