Venerdì 17 Agosto 2018 | 19:04

MODENA, 30 NUOVI MILITARI PER IL CPR

Arriva dal Viminale la decisione di mandare 30 unità militari a Modena per sorvegliare il cpr, il centro di permanenza rimpatri. Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini annuncia che al più presto farà tappa nella nostra città


Dal Viminale arriva la decisione di mandare a Modena 30 nuovi militari in aggiunta ai già presenti 38 impegnati nel monitoraggio per la tutela dei siti sensibili. Uno specifico contingente di personale delle forze armate per operare al Centro di permanenza per i rimpatri, l’istituzione che aprirà a breve proprio nella nostra città. La scelta di mandare sul nostro territorio 30 unità è stata descritta dallo stesso ministro dell’Interno Matteo Salvini come “la destinazione di forze straordinarie che conferma l’impegno a garantire adeguati livelli di sicurezza senza incidere in alcun modo sull'attuale dispositivo di prevenzione già impegnato nel territorio modenese”. E a margine di questa dichiarazione il ministro aggiunge che al più presto farà tappa a Modena per incontrare il sindaco. I centri di permanenza per i rimpatri, abbreviati in Cpr, secondo il predecessore di Salvini, Marco Minniti, dovevano essere venti, uno per ogni regione e quello dell’Emilia Romagna è stato identificato proprio a Modena, nella strutta dell’ex Cie di via La Marmora, perché congeniale per via del suo decentramento e lontananza dal centro urbano.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche