Venerdì 25 Maggio 2018 | 13:10

ZANZARA TIGRE, IL PIANO DEL COMUNE

E' in arrivo l'estate e con essa la zanzara tigre. Presentate le azioni che i singoli cittadini e l’amministrazione comunale devono compiere contro la proliferazione dell’insetto possibile portatore di malattie


Con l’arrivo dell’estate ritorna in città il problema della zanzara tigre. Per prevenire la proliferazione dell’insetto possibile portatore di malattie il Comune ha presentato un piano d’azione. Dall’inizio di aprile e fino al 31 ottobre sono previsti una serie di interventi nelle aree pubbliche del territorio, che consistono in periodici trattamenti larvicidi, in sei cicli di intervento, in 55 mila caditoie stradali, nei tombini degli immobili comunali tra i quali scuole, biblioteche, centri sociali, e nei 17 cimiteri cittadini. Inoltre, saranno collocate oltre 60 ovitrappole sul territorio comunale che permetteranno di tenere monitorata la distribuzione delle zanzare. Ma per riuscire a contenere il fenomeno delle infestazioni, è necessaria la collaborazione attiva dei cittadini che devono mettere in pratica alcune semplici norme di comportamento: eliminare tutti i luoghi dove la zanzara possa deporre le uova e a usare con regolarità i prodotti larvicidi nei tombini, nelle griglie di scarico, nei pozzetti di raccolta delle acque piovane e in tutti i luoghi dove non sia possibile eliminare le raccolte d’acqua. Ogni volta che piove occorre inoltre, ripetere i trattamenti e svuotare qualsiasi recipiente perché può diventare incubatore per le uova e quindi favorire lo sviluppo delle larve. Semplici azioni per evitare la diffusione del virus chikunguya che in Emilia Romagna ha rilevato 13 casi

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche