Lunedì 20 Agosto 2018 | 07:06

IL SUONO DELLE CAMPANE RIEMPIE LA PASQUA MODENESE

Nella Chiesa di Sant’Agnese la celebrazione di Pasqua è stata accompagnata dal suono delle campane suonate dall’Unione campanari Modenesi, che porta avanti un’arte antica di secoli


Una tradizione lunga 500 anni ha accompagnato la festa più importante della religione cristiana: le campane dell’Unione Campanari Modenesi hanno suonato nella Chiesa di Sant’Agnese nel giorno di Pasqua. Campane e Resurrezione creano un binomio inscindibile che ogni anno si rinnova, con suoni antichi e festosi per annunciare il ritorno di Cristo. Un concerto dato dalla fatica delle braccia e dall’arte del fare oscillare a ritmo giganti di bronzo, che possono arrivare a pesare anche due tonnellate. Le campane, per secoli, sono state ritenute non solo il suono di un annuncio religioso, ma la voce di tutti i paesi. Una tradizione che l’Unione campanara Modenese s’impegna a portare avanti dal 1969, facendo suonare le proprie campane in tutti i campanili della provincia. Le campane vengono accompagnate dai gesti sicuri dei campanari, che tirando le funi le fanno oscillare, con un sistema di leve che ignora il peso dei giganti di bronzo. Un peso che in questo modo non scoraggia la partecipazione delle donne, né dei ragazzi più giovani. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche