Martedì 12 Dicembre 2017 | 05:30

AREA GLS, AL VIA I LAVORI

Nell'area di via Masserenti a ridosso della tangenziale sono arrivate le ruspe. Entro la primavera prossima nascerà il nuovo polo logistico GLS. Un progetto contestato da comitati e residenti preoccupati per l’impatto ambientale in una zona che già sconta la vicinanza alla tangenziale e all’inceneritore


Area di cantiere recintata, stop alò passaggio di pedoni e biciclette ed operai al lavoro. Dove alcune settimane fa i comitati in rete avevano gettato fiori per dare l’addio all’unica area verde rimasta nella zona, sono arrivate le ruspe. Entro aprile qui sorgerà il nuovo polo logistico di GLS azienda di trasporti. 4.300 metri quadrati di capannone e aree manovra per camion che amplierà l’attività dell’azienda di trasporti Gls, attualmente con sede in locali in affitto a Ponte Alto. L’intervento, per un importo di circa 2,5 milioni di euro a carico del privato, è stato approvato dal Consiglio comunale a metà ottobre ma che preoccupa i cittadini della zona. E’ infatti l’unico ad avere preso il via in una zona che da 15 anni attende una riqualificazione di tipo residenziale e di servizio rimasta sulla carta. E allo stesso tempo l’unico di cui l’amministrazione non ha mai parlato nelle diverse assemblee pubbliche in cui si è parlato di riqualificazione della zona. L’unico a continuare a generare apprensione tra i residenti a causa del previsto aumento dell’inquinamento in una zona dove migliaia di persone vivono a ridosso della tangenziale e a meno di un chilometro dal camino dell’inceneritore. L’area rimane all’interno dell’anello della tangenziale e circondata da case e vedrà aumentare il carico di traffico pesante. Nell’area si muoveranno decine di camion al giorno, in entrata ed in uscita dallo stabilimento. Ma l’amministrazione tranquillizza Il tutto  sarà mitigato da una dotazione ambientale molto forti: oltre a una fascia oggetto di forestazione che verrà ceduta al Comune, è prevista una ulteriore lingua di forestazione in area privata. E poi solo un terzo dei 13 mila metri quadrati di potenzialità edificatoria saranno utilizzati per costruire.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche