Martedì 12 Dicembre 2017 | 05:32

ARRESTATI GLI AUTORI DELLA VIOLENTA RAPINA AI DANNI DI UNA 90ENNE: IN MANETTE 4 ITALIANI

Gli agenti della squadra mobile di Modena hanno eseguito questa notte 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti degli autori della violenta rapina avvenuta il 28 settembre scorso ai danni di una 90 anni in un appartamento in viale Gramsci


Dopo due mesi di indagini gli agenti della squadra mobile di Modena hanno eseguito la scorsa notte 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 4 cittadini italiani di età compresa tra i 25 ed i 50 anni residenti a Modena. Sono i responsabili della violenta rapina avvenuta il 27 settembre scorso all’interno di un appartamento di viale Gramsci nel quale vive una donna di 90 anni.  Immobilizzata e rapinata di 5000 euro in contanti e di vari gioielli. Un fatto che avevo sconvolto un intero quartiere. Un colpo teoricamente sicuro e studiato per la banda dei 4 che, attraverso il rapporto di fiducia conquistato da uno di loro che all’interno dell’abitazione aveva effettuato lavori di piccola manutenzione ed idraulica, avevano avuto modo di conoscere le abitudini della donna così come i valori che custodiva in casa. Il 28 settembre, intorno alle 17 decidono di entrare in azione, dopo due tentativi di entrare in casa con la scusa di effettuare lavori ritenuti necessari anche dal capo condominio il terzo va a segno. In casa entrano in 3. L’azione è stata ricostruita in conferenza stampa insieme al Questore dal capo della squadra Mobile di Modena. I tre si erano resi insospettabili presentandosi diverse volte nella palazzina, anche nei giorni antecedenti al furto con attrezzi ed abbigliamento da operai, acquistati da un magazzino edile dove le telecamere hanno immortalato l’uomo rivelatosi una sorta di basista, acquistare un tubo in PVC posto sull’auto parcheggiata sotto l’appartamento di viale Gramsci nel corso della rapina, nel tentativo di sottolineare la presenza di operai e non di rapinatori. Per lui scatteranno i domiciliari, Per gli altri, che dovranno rispondere di lesioni e rapina, si sono aperte le porte del carcere. Raggiunta da denuncia una donna,  compagna di uno dei 4 che ora dovranno.  Al termine di un’operazione che il sostituto procuratore della repubblica Lucia Musti ha giudicato brillante in tutte le sue fasi di indagine e di esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare che hanno assicurato i 4 alla giustizia.

Nel video l'intervista a Marcello Castello, Capo squadra Mobile di Modena

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche