Martedì 12 Dicembre 2017 | 05:27

SCONTRO VAX- NO VAX: IL PROFESSOR ROBERTO BURIONI CONTESTATO

Ieri sera al Forum Monzani si è svolta la partecipata conferenza pro-vaccini del Prof. Roberto Burioni, virologo al San Raffaele di Milano. All'esterno la manifestazione dei cittadini NO-VAX che il professore critica a suon di battute e di provocazioni


"Non posso sopportare che mia figlia di sei anni viva in un mondo dove le bugie sono confuse con la verità e dove la verità è portata a livello di opinione. Apre e continua la sua conferenza con frasi ad effetto come il titolo del suo libro che paragona il movimento NO Vax ad una congiura dei somari, il Prof. Roberto Burioni, virologo del San Raffaele di Milano, ieri sera al forum  Monzani di Modena. Salutato come una star davanti ad una sala gremita il prof Burioni ha spiegato, partendo dall’ultima epidemia di morbillo che ha colpito l’Italia, l’importanza di vaccinarsi, a tutti i livelli. In platea Burioni ha un testimonial importante Alberto Bertoli, figlio di Pierangelo. In sala il ritmo di Burioni è incalzante, a tratti provocatorio, da vero e proprio divulgatore del verbo dei vaccini al grande pubblico. La libertà di non vaccinarsi è paragonabile alla libertà di mettersi alla guida ubriachi. Oltre alla propria sicurezza è grave perché mette in pericolo quella degli altri. Dichiarazione che giriamo ai manifestanti del movimento NO Vaccini che all’esterno del Forum Monzani criticano le posizioni del Prof Burioni.

Nel video le interviste a:
- Roberto Burioni, Virologo ospedale San Raffaele Milano
- Massimo Rodolfi, Presidente  ‘Riprendiamoci il Pianeta’

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ENKI SAMAEL

    ENKI SAMAEL

    20 Novembre 2017 - 02:02

    BAMBINI: L’OLOCAUSTO CONTINUA… UNDICI MORTI IN MENO DI DUE MESI E MEZZO da Ametista Luna L’elenco dei piccoli morti cresce giorno dopo giorno. Solo nelle ultime settimane UNDICI sono i bimbi morti (da 3 mesi a 6 anni), mentre una bambina di 2 anni verte in gravissime condizioni. Continueremo a pubblicare l’elenco aggiornato con il solo intento di denunciare da una parte una situazione inaccettabi

    Rispondi

i più letti

Ti potrebbe interessare anche