Sabato 25 Novembre 2017 | 01:03

OSPEDALE DI MIRANDOLA, LA DISCUSSIONE IN CONSIGLIO

Ore calde per il futuro dell’ospedale di Mirandola. Tra le accuse di un ridimensionamento dei servizi per risparmiare sui costi e chi sostiene che la riorganizzazione porterà ad una maggiore efficienza della struttura, sarà un Consiglio Comunale straordinario a definire come l’amministrazione affronterà il tema


Un Consiglio Comunale straordinario per definire la linea che porterà avanti l’Amministrazione sul tema dell’ospedale di Mirandola. La riorganizzazione della rete sanitaria provinciale approvata nel corso dell’estate ha destato perplessità sia per quanto riguarda i residenti della fascia appenninica, sia per quelli della Bassa. Al centro dell’attenzione, appunto, il nosocomio di Mirandola depotenziato da diversi servizi di base ed anche per quanto concerne il numero di posti letto. Ai cittadini questa riorganizzazione non piace e al centro dell’attenzione c’è anche l’attività del punto nascita, che ha ricevuto una deroga nonostante non abbia raggiunto nell’ultimo anno la soglia minima dei 500 parti. Servono soluzioni per potenziare anche questo reparto se si vuole evitare la chiusura, come successo a Pavullo, una volta scaduto il periodo di deroga. Al Consiglio straordinario non ci sarà il Direttore Generale dell’Ausl Annichiarico, bloccato da un altro impegno, ma a rappresentare il Servizio Sanitario saranno tre suoi collaboratori compresa la direttrice dell’Ospedale di Mirandola, Manuela Panico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche