Martedì 21 Novembre 2017 | 05:42

IL FESTIVAL DELLA MIGRAZIONE

E’ in corso a Modena la seconda edizione del “Festival della Migrazione” che ha come tema principale lo status dei richiedenti asilo. “Partire, arrivare, restare” è l’argomento affrontato in tre giorni di spettacoli, convegni e relazioni


Restituire al migrante il suo onore di essere umano, senza il quale nessuna delle sfide che ci attendono potrà trovare una giusta soluzione: è questo l’obiettivo del Festival della Migrazione, giunto alla sua seconda edizione, che si svolgerà in città fino a domenica su iniziativa di Fondazione Migrantes, Associazione Porta Aperta e IntegriaMo, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna e Comune di Modena, oltre al sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Una tre giorni iniziata ieri al Centro Famiglie di Nazareth di strada Formigina, con il convegno dal titolo: I migranti nella rete dei media, tra parole ostili e protocolli deontologici.

Dopo i saluti del Presidente della Provincia, del Prefetto e di Monsignor Castellucci, coordinati dal direttore di Avvenire Marco Tarquinio, si sono succeduti sul palco numerosi relatori quali il direttore generale della Fondazione Migrantes Don Giovanni De Robertis ed il Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Mario Morcellini, affrontando un tema caldo a Modena come in tutt’Italia, quale quello dei richiedenti asilo. ‘Partire, arrivare, restare’ è, infatti, il tema della seconda edizione del Festival che prova ad affrontare l’argomento in modo sereno e senza pregiudizi. In tre giorni di convegni, dibattiti, laboratori, spettacoli e mostre, l’obiettivo è conoscere, riflettere, ascoltare, discutere, dare voce a chi non ne ha. Grazie a relatori di grande spessore, a dibattiti e a riflessioni che intendono accompagnare in un cammino che percorre le vie tortuose dell’umano. Aspetti spirituali e sociali, culturali e politici, giuridici e informativi, con in primo piano le storie di chi parte per arrivare e restare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche