Sabato 27 Maggio 2017 | 04:39

INFORTUNIO SUL LAVORO, DECEDUTO L'OPERAIO SCHIACCIATO DAL MULETTO, ANCORA POCO CHIARA LA DINAMICA

Si svolgeranno domani a Savignano i funerali di Silvano Venturi, l’operaio di 47 anni rimasto schiacciato da un muletto nel cortile della ditta Garavini di Vignola


Si terranno domani pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Savignano i funerali di Silvano Venturi, l’operaio di 47 anni che il 10 maggio scorso è rimasto schiacciato da un muletto nel cortile della ditta Garavini di Vignola, dove lavorava da diverso tempo. Le cause del decesso stabilite in seguito all'autopsia sulla salma sono state imputate a un gravissimo trauma toracico addominale compatibile con lo schiacciamento da parte di un pesante macchinario. Mentre è stata del tutto esclusa l’ipotesi di un possibile malore precedente all'incidente. Per quanto riguarda invece la dinamica restano ancora dei dubbi da chiarire: dai primi elementi raccolti pare che Venturi mentre insieme ad un collega stava andando a prelevare del materiale sarebbe inciampato cadendo a terra e finendo così investito e schiacciato dal mezzo guidato dal collega, che non l'avrebbe visto. Resta da chiarire se e quali sono le responsabilità dell'operaio che manovrava il muletto e, ovviamente, se nell'effettuare queste operazioni di spostamento dei materiali sono state seguite tutte le misure di sicurezza previste dalla legge.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche