Sabato 25 Novembre 2017 | 01:13

SLAVINA SULL’HOTEL RIGOPIANO: QUATTRO MORTI E UNA TRENTINA DI DISPERSI

Le nuove scosse di terremoto nel centro Italia hanno provocato una valanga di neve terminata sull'Hotel Rigopiano, nel comune di Farindola, in provincia di Pescara. Il bilancio della tragedia potrebbe essere pesantissimo


"Ci sono tanti morti", queste le tragiche parole dei soccorritori che hanno raggiunto l'hotel Rigopiano, nel comune di Farindola in provincia di Pescara, travolto da una valanga di neve causata dalle nuove scosse di terremoto che hanno colpito il centro Italia. Al momento le vittime estratte dalle macerie sono quattro mentre le persone messe in salvo dai soccorritori sono due, l’anziano Fabio Salzetta e Giampiero Parete, di 38 anni residente a Montesilvano, entrambi sono riusciti a salvarsi solo perché si trovavano all’esterno della struttura. Una delle due persone inoltre è in stato di ipotermia. L’uomo non sarebbe però in pericolo di vita, anche se le sue condizioni sono definite serie. Sono circa una trentina invece  i dispersi, tra turisti e personale, tra questi anche tre bambini, una piccola di 6 anni e due maschietti di 8 e 9 anni.

Prima della tragedia inoltre a Rigopiano era in corso una bufera di neve che aveva causato anche l’interruzione delle linee telefoniche. La violenta valanga poi ha investito auto, bestiame e parte dell’albergo, tanto da spostare l’intera struttura di una decina di metri. L’albergo, una struttura di tre piani, è quasi completamente crollata sotto il peso della neve diventando così un trappola mortale. I primi soccorritori sono riusciti ad arrivare sul posto solo con gli sci intorno alle quattro della scorsa notte. I Vigili del fuoco uinvece sono riusciti a raggiungere l’hotel solo con l’eleicottero e con un mezzo cingolato. Intanto in queste ore continua la corsa contro il tempo dei soccorritori per cercare di salvare le persone intrappolate tra le macerie e la neve.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche