Venerdì 26 Maggio 2017 | 07:38

CASO ACCOGLIENZA MIGRANTI NELLA STRUTTURA DI SAN CATALDO: IL PREFETTO CHIEDE SPIEGAZIONI

Durante un incontro tra le parti il Prefetto Paba ha chiesto alla cooperativa L’Angolo, di conoscere al più presto in quali edifici alternativi saranno alloggiati gli stranieri


Dopo la presa di posizione della Curia, con le parole del Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Modena Monsignor Gazzetti che ha definito come ‘indegne’ le condizioni dei profughi ospitati al centro di accoglienza di Madonna del Murazzo, si è tenuto un incontro in Prefettura per fare il punto della situazione. Presenti al tavolo il Prefetto Maria Patrizia Paba, l’Arcivescovo Erio Castelluccci e il Sindaco Giancarlo Muzzarelli, con l’assessore al Welfare Giuliana Urbelli. Il Prefetto, considerando la richiesta dell’Arcidiocesi di Modena - Nonantola alla Cooperativa “L’Angolo” di rilascio immediato dell’immobile di via San Cataldo sinora utilizzato per l’accoglienza degli stranieri, vuole conoscere, nel quadro del rapporto contrattuale esistente con la Cooperativa sociale, con immediatezza in quali edifici alternativi saranno alloggiati i profughi attualmente presenti all’ex Convento. Intanto il numero delle persone in via San Cataldo sarebbe già diminuito, ma lasciare a breve l’edificio vuoto non sarà una cosa semplici, considerata l’enorme difficoltà di reperire strutture o appartamenti nel territorio. Nonostante le difficoltà nell’incontro in Prefettura si è rinnovato l’impegno tra le parti a proseguire nel percorso di accoglienza ai migranti in un regime di stretta sinergia, allo scopo di assicurare le migliori condizioni di qualità, di tutela della dignità della persona e di rispetto dei diritti umani.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Tv Qui

Caratteri rimanenti: 400

i più letti

Ti potrebbe interessare anche